Penne Penne

Penne, Vendita Brioni: lo sdegno di Forza Nuova

Il gruppo di Forza Nuova Penne, tramite il segretario dell'area vestina Alessio Bianchini, è intervenuto sulla cessione della maison Brioni alla holding del lusso Ppr

Dopo molti mesi di trattative, il made in Italy Brioni, storica sartoria pennese, è passato in mano ai francesi della Ppr di François Henri Pinault.

Per il segretario del gruppo Forza Nuova Penne, Alessio Bianchini, la cessione è stata una scelta non particolarmente positiva.

"Il lusso rappresentato dalla Brioni non è mai stato fondato su più stilisti, da fabbriche di scarpe e di tute che diventano famose per la pubblicità nei grandi canali comunicativi, ma dalla qualità di abili mani divenute tali dalla scuola sartoriale e dalla tradizione tramandata da generazione in generazione", ha detto l'esponente di Forza Nuova.

"La cessione di Brioni è arrivata fra l’esultanza dei sindacati e il silenzio da parte dell’amministrazione comunale, provinciale e regionale abruzzese". "In questo modo", ha concluso Bianchini, "un altro pezzo di storia vestina è stato distrutto in nome del capitalismo, lasciando dubbi e perplessità sul futuro dei veri protagonisti della maison Brioni, ovvero gli operai sarti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, Vendita Brioni: lo sdegno di Forza Nuova

IlPescara è in caricamento