Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Penne

Tribunali periferici a rischio, l'ordine degli avvocati aderisce allo stato d'agitazione

Lo scorso 29 novembre, presso l'aula Alessandrini del Palazzo di Giustizia di Pescara, si è tenuta l'Assemblea degli Avvocati di Pescara per discutere dei provvedimenti presi dal Governo Monti sulla professione forense

Lo scorso 29 novembre, alle ore 11.30, presso l'aula Alessandrini del Palazzo di Giustizia di Pescara, si è tenuta l'Assemblea degli iscritti all'Albo degli Avvocati di Pescara, convocata in via straordinaria dal Consiglio dell'Ordine, per discutere dei provvedimenti legati alla professione forense presi dal Governo Monti.

 
I provvedimenti, che nei prossimi giorni verranno sottoposti al Consiglio dei Ministri, dovrebbero riguardare in particolare 5 punti:
 
1. abolizione dell'obbligo della difesa tecnica nei giudizi di primo grado;
2. eliminazione delle incompatibilità per l'esercizio dell'attività professionale, con la possibilità che
la stessa sia svolta anche da chi eserciti attività commerciale;
3. abolizione degli Ordini territoriali con il conseguente possibile accorpamento della Cassa Forense
nella gestione dell'INPS;
4. soppressione dei Tribunali subprovinciali, delle sezioni distaccate di Tribunale e degli Uffici dei
Giudici di Pace aventi sede in comuni non capoluogo di provincia;
5. abolizione dell'esame di accesso alla professione.

Dopo una lunga e attenta disamina, il Consiglio degli avvocati di Pescara ha deciso di aderire allo stato di agitazione a tempo indeterminato indetto dalla Conferenza Nazionale dell'Avvocatura. I nuovi provvedimenti, qualora diventassero realtà, porterebbero alla chiusura delle sedi distaccate del Tribunale di Pescara, vale a dire quelle di San Valentino, Pianella e Penne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunali periferici a rischio, l'ordine degli avvocati aderisce allo stato d'agitazione

IlPescara è in caricamento