Venerdì, 14 Maggio 2021
Penne

Terremoto, 40 persone hanno dormito al Palatenda di Penne

Il Comune ha attivato un numero di emergenza (348/39.73.986), ma soprattutto chiesto l'intervento di tecnici della protezione civile per avviare le verifiche nelle abitazioni private lesionate

Sono state circa 40 le persone (anche bambini e anziani che vivono soli) che, ieri sera, hanno usufruito del palatenda comunale di contrada Campetto, a Penne, a seguito degli eventi sismici del 30 ottobre. L'assistenza alla popolazione e' stata avviata attraverso un coordinamento di volontari, in particolare Croce Rossa Italiana, protezione civile vestina e soccorso alpino, che hanno somministrato bevande e cibo.

"Abbiamo immediatamente attivato il centro operativo comunale per l'assistenza alla popolazione dopo la scossa delle 7.40 - ha detto il consigliere comunale delegato alla protezione civile, Antonio Baldacchini - Abbiamo registrato crolli di cornicioni nel centro storico e, a scopo precauzionale, abbiamo interdetto l'accesso a chiese e strutture pubbliche di aggregazione sociale. Questa mattina sono ripresi i controlli negli edifici scolastici per avere un quadro completo della situazione. Sono in contatto con la centrale operativa della protezione civile regionale per avere notizie in tempo reale sull'evoluzione dello sciame sismico che interessa il Centro Italia".

Il Comune ha attivato anche un numero di emergenza (348/39.73.986), ma soprattutto chiesto l'intervento di tecnici della protezione civile per avviare le verifiche nelle abitazioni private lesionate. A scopo precauzionale, questa sera il palatenda rimarra' aperto per l'assistenza della popolazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, 40 persone hanno dormito al Palatenda di Penne

IlPescara è in caricamento