rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Penne Penne

Penne, Sel accusa D'Alfonso: "Penne è una città cantiere"

Cittadini e turisti costretti a fare i conti con strade poco curate, marciapiedi pericolosi e cantieri sempre aperti. SEL attacca il sindaco D'Alfonso: "Manutenzione quotidiana inadeguata"

Cittadini e turisti costretti a fare i conti con strade poco curate, marciapiedi pericolosi e cantieri sempre aperti. Una manutenzione quotidiana inadeguata e vittima degli interventi straordinari sbandierati dalla nuova amministrazione. Sono queste le accuse di Sel nei confronti del governo pennese. "Alcuni marciapiedi della città versano in un costante stato d'oblio - dicono i vendoliani.

E' il caso del tratto di via Guido Rossa che precede l’incrocio con via Antica dei Celestiniani. L’asfaltatura irregolare e la presenza di profonde buche (forse per installazione dei nuovi punti di illuminazione), che occupano buona parte del terreno calpestabile, rendono il transito difficile ai pedoni".

Lo sgomento dei rappresentanti di Sel è rivolto anche alla situazione del cantiere di Largo San Francesco: "Finita la sistemazione della nuova pavimentazione, non solo mancano arredo urbano ed illuminazione, ma  soprattutto non appare chiaro cosa si vuol fare di quella Piazza. Cittadini ed esercenti del posto, da mesi, sono prigionieri di un cantiere che non riesce a vedere la fine".
 
La chiusura dei vendoliani è un altra punzecchiatura al Sindaco D'Alfonso: "Il Sindaco D'Alfonso dovrebbe ben conoscere Piazza Camillo Prampolini a Reggio Emilia dove l’amministrazione comunale ha scelto in maniera tempestiva quale funzione dovesse avere  lo spazio e come attuare soluzioni atte a salvaguardare i cittadini che amano passeggiare senza macchine e gli esercenti".
 

Strade e lavori Penne

Non ci sono foto disponibili.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, Sel accusa D'Alfonso: "Penne è una città cantiere"

IlPescara è in caricamento