Penne

Penne: un successo la prima serata di “Cummara a fiure”

E' stata un successo la prima serata di "Cummara a fiure", l'antica tradizione popolare pennese rievocata dalla cittadinanza vestina fra balli, canti e degustazioni di prodotti tipici

E' stata un successo la prima serata di “Cummara a fiure”.

L’antica tradizione popolare vestina, letteralmente "madrina di fiori", che indicava un patto di amicizia suggellato con lo scambio di fiori, è stata rievocata, per il secondo anno consecutivo, con cori, balli e canti.

La giornata d’apertura è iniziata alle 17.30 nella Sala Polivalente di Piazza Luca da Penne. L’associazione ARTES, organizzatrice dell’evento, ha ospitato un interessante convegno, denominato “VIALE DEL GUSTO DEI PRODOTTI TIPICI”, con l'obiettivo di promuovere le produzioni tipiche locali e proiettarle nel panorama regionale e nazionale.

Sono intervenuti, oltre al critico enogastronomo e  sommelier di fama nazionale Leonardo Romanelli, gli esperti Marino Giorgetti, Vittorio Festa, Angelo Tarquinio, Santino Strizzi  e Giuseppe Cavaliere.

All’imbrunire, dopo il taglio del nastro, all’interno della Villa Comunale in viale San Francesco, ha aperto i battenti la mostra mercato “Viale del gusto”, con i principali prodotti enogastronomici della regione, tra i quali i presidi Slow Food pecorino di Farindola, canestrato di Castel Del Monte e lenticchie di Santo Stefano di Sessanio; lo zafferano di Navelli e l’olio extra vergine di oliva DOP, insieme ai migliori vini regionali.

La serata si è protratta fino a notte fonda in un mix di festeggiamenti, degustazioni, canti, balli e rinnovo dei patti d’amicizia al ripetersi dell’antico detto popolare “cummare e cumpare nin gi diciome male e si mmale ci diciome a l’umberne ci ni jome, ci mittome na macine’ngolle e ci ruppome la noce di lu colle”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne: un successo la prima serata di “Cummara a fiure”

IlPescara è in caricamento