menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne: un nuovo parcheggio fa infuriare alcuni residenti

Un nuovo parcheggio al posto dell'ex campetto di via Caselli. E' questa l'intenzione del Comune di Penne per l'area verde adiacente al complesso dell'istituto d'Arte. Proteste dai residenti

Un nuovo parcheggio al posto dell'ex campetto di via Caselli. E' questa l'intenzione del Comune di Penne per l'area verde adiacente al complesso dell'istituto d'Arte di via Alessandro Caselli.

L'inizio dei lavori, però, ha dovuto fare i conti con le vibranti proteste di alcuni residenti della zona che non hanno nessuna intenzione di perdere l'ennesima area verde in favore del grigio asfalto.

Martedì gli operai comunali hanno iniziato il lavoro d'abbattimento di alcuni aceri ricci di trenta anni. Solo l'intervento dei carabinieri, sollecitati dai residenti di via S. Gabriele, ha stoppato i lavori. Lucia Saputelli, da tantissimo tempo residente in via S. Gabriele, ci ha parlato in termini piuttosto negativi dell'accaduto.

 "Il comune di Penne, per costruire l’ennesimo posteggio, ha deciso di disboscare l'area verde adiacente all’Istituto d’Arte. Sono a rischio anche alcuni aceri ricci di trenta anni. La cosa più grave - ha affermato Lucia Saputelli - è che i responsabili comunali del progetto hanno proceduto senza tenere conto delle sollecitazioni e delle perplessità di noi residenti”.

Il parcheggio in progetto, che nelle intenzioni del Comune servirà a risolvere i problemi di sosta degli utenti dell'Istituto d’Arte e dell’UTAP, ha diversi punti poco chiari per i cittadini della zona. Dalle planimetrie acquisite, infatti, sembra non si evinca quale sarà la larghezza del suo percorso. E’ dunque ancora tutto da definire il futuro dei trentennali aceri presenti sul confine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento