menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne, SEL: "La presa di posizione del segretario del PD Vellante è avvilente"

In vista delle ammministrative 2011, in programma per la prossima primavera, gli schieramenti politici pennesi, tra accuse e accordi, hanno cominciato a stabilire gerarchie e alleanze. I Vedoliani Tresca e Di Paolo premono affinchè il centrosinistra vada alle primarie per l'elezione di un candidato sindaco.

Le primarie non come gioco di società, ma come strumento di dissequestro della politica per far sì che torni ad essere esclusivamente un bene pubblico. Prendere di petto i problemi della città e non nascondersi dietro i soliti giochi politici. E' questa l'idea dei Vendoliani pennesi Guglielmo Di Paolo e Matteo Tresca. In vista delle prossime amministrative, in programma nella primavera 2011, sono già scintille tra i rappresentati SEL e il Pd.

"E' prematuro parlare di primarie e di possibili candidati - aveva detto nei giorni scorsi il segretario del  Pd Vellante. L’obiettivo per adesso è avviare un confronto serio con le forze politiche di centrosinistra per stabilire un metodo di lavoro attraverso cui realizzare il programma elettorale".

Non si è fatta attendere la replica di Sel attraverso i suoi rappresentanti Giglielmo Di Paolo (capogruppo) e Matteo Tresca (consigliere): "Serve un'allenaza innovativa - hanno detto i membri SEL. Pensiamo che sia doveroso discutere, parlare e chiarire con tutti gli attori del centrosinistra: con l'Italia dei Valori per affrontare insieme la battaglia per la legalità ma anche con la Federazione della Sinistra e tutte le altre forze politiche che si riconoscono nel centrosinistra. Al Pd, nostro alleato, facciamo due domande: perché invia messaggi incerti ed attendisti ai Pennesi? Perché è sempre tutto prematuro?"

 ''Bisogna stare insieme non per dare la minima risposta -  ha sottolineato Di Paolo- ma per dare la risposta più larga alla richiesta di cambiamento".

Secondo i rappresentanti di SEL trovare una coalizione che punti a difendere le rendite di posizione sarebbe controproducente per tutto il paese. ”Quando diciamo che serve una grande alleanza - ha detto Tresca - intendiamo un’alleanza con i cittadini di Penne, nella quale tutti i partiti del centrosinistra devono sapersi mettere in gioco. Per costruire il cambiamento si deve essere disponibili a cambiare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento