menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne: litiga con il vicino e lo minaccia con il fucile

Un impiegato di Penne è stato denunciato, in seguito ad un litigio con un contadino vicino di casa, per minaccia aggravata ed esplosioni d’arma da fuoco. La lite era scoppiata a causa di una pecora che brucava l'erba del giardino

L'ennesima lite tra i due vicini  poteva finire in tragedia.

Nella campagna pennese, secondo quanto riferito dai Carabinieri della Compagnia di Penne, un impiegato, a seguito dell’ennesima e futile discussione, ha minacciato il suo vicino con un fucile da caccia.
 
A far perdere la testa all’impiegato pare sia stata una pecora, del suo vicino, che brucava indisturbata l’erba nel suo giardino.
Il tempestivo intervento del figlio dell’impiegato ha però impedito che la situazione degenerasse ulteriormente.

Nel tentativo di disarmare il padre, tuttavia, è partito fortuitamente un colpo che, fortunatamente, ha colpito un capannone di rimessaggio.
 
Il vicinato, ancora sotto shock, era a conoscenza degli screzi tra i due, ma non si aspettava che la vicenda potesse degenerare in questo modo.

I Carabinieri di Penne, coordinatiti dal Capitano Massimiliano Di Pietro, hanno sequestrato l’arma, regolarmente dichiarata, e interrogato l’uomo in caserma sull’accaduto.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento