menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne fuori dalle Comunità Montane

Insieme con altri comuni importanti la città di Penne è stata esclusa dal sistema delle Comunità Montane. Passano da 19 a 11 le Comunità Montane in Abruzzo

Penne è fuori dal sistema delle Comunità Montane. Così come altri grandi comuni come Avezzano, Popoli, Manoppello e Scafa anche la città di Penne ha pagato il riassetto voluto dalla Regione Abruzzo.


Passano così da 19 a 11, con una nuova mappa territoriale, le Comunità Montane in Abruzzo: 5 ricadono nella provincia dell'Aquila, 3 nella provincia di Chieti, 2 nella provincia di Teramo e una nella provincia di Pescara.

Il taglio di Penne è avvenuto con l'approvazione della legge regionale n. 10 del 2008, sul riordino delle Comunità Montane e la circoscrizione degli ambiti territoriali delle stesse, proposta da Carlo Masci (Rialzati Abruzzo), assessore agli Enti Locali.
La città di Penne è stata esclusa dal nuovo riassetto nonostante abbia il requisito dell'altitudine richiesto (il 40% del territorio comunale) e nonostante ci sia la sede della Comunità Montana Vestina che comprendeva ben 14 comuni del pescarese.

La Comunità Montana Vestina così come quella della Maiella-Morrone è stata inglobata nella Comunità Montana "Montagna Pescarese" che comprende 24 comuni.

"E' stato un processo di razionalizzazione necessario, mirato al contenimento della spesa e soprattutto ai servizi intermedi che questi enti possono assicurare ai comuni montani" ha detto l'assessore Masci intervenendo in Consiglio Regionale.

"La Città di Penne ancora una volta è stata fatta fuori da scelte politiche. Nell'elenco - ha detto il Sindaco di Penne Donato Di Marcoberardino - ci sono comuni che hanno le stesse caratteristiche di Penne. Non sono stati considerati i requisiti territoriali ma le influenze politiche".
Il primo cittadino pennese ha fatto sapere anche di avere la ferma intenzione di portare avanti, assieme ad altri comuni confinanti, l'idea dell'Unione dei Comuni.

Nei prossimi giorni verrà chiesto alla Regione Abruzzo l'utilizzo della storica sede della Comunità Montana e del parco Caracciolo, che contorna la struttura, per potervi istituire la sede dell'Unione dei Comuni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Masci piange Antonio Cremonese: "Una persona leale"

  • Cronaca

    Ruba due barattoli pieni di monete, arrestato in flagranza

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento