menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne: un consiglio comunale per salvare il San Massimo

Lunedì 20 settembre, alle ore 16, presso la Sala Consiliare del Comune di Penne, si terrà una riunione straordinaria per dare un futuro e delle certezze all'ospedale San Massimo

L'obiettivo del consiglio straordinario pennese sarà quello di redigere un documento, da inviare al Commissario per la Sanità Gianni Chiodi, per dare un futuro e più certezze alla struttura ospedaliera vestina.

Durante l'assemblea si parlerà anche della Rsa del Carmine che, ormai da 20 anni, è considerata la più grande cattedrale nel deserto dell'area vestina. La mozione sul consiglio straordinario sulla sanità è stata proposta al Sindaco, Donato Di Marcoberardino, dal gruppo della Federazione della Sinistra. "E' fondamentale - ha detto Gabriele Frisa, capogruppo della Federazione della Sinistra - attivare un'azione comune per definire un documento che miri ad indicare i punti per salvaguardare la struttura sanitaria pennese".

Sull'argomento sanità ha detto la sua anche il Capogruppo SEL di Penne, Guglielmo Di Paolo:

"Il diritto alla salute è un potente fattore di sviluppo non solo della vita civile ma anche delle attività economiche. L'Ospedale di Penne - ha riferito Di Paolo - soffre ormai da molti anni di un grave sottofinanziamento. I cittadini pennesi per lo Stato Italiano, per la regione Abruzzo ed anche per l'azienda asl di Pescara "valgono" meno dei cittadini di altre regioni d'Italia ma anche rispetto ai cittadini di Pescara. Il Piano Regionale di Salute è stato costruito senza tenere in considerazione i cittadini, le associazioni, i sindacati e le istituzioni locali. Le esigenze della zona vestina sono state calpestate".

Alla riunione di lunedì prossimo parteciperanno anche la consigliera regionale Marinella Sclocco (PD), che nei giorni scorsi aveva già fatto visita alla struttura ospedaliera vestina confermando anche la sua ferma intenzione di opporsi ai tagli sanitari del governo Chiodi, l'assessore regionale alla Sanità Lanfranco Venturoni e il manager della Asl di Pescara, Claudio D'Amario.


Ad oggi l'Ospedale San Massimo, che conta di due AFO (aree funzionali organizzative), quella medica e quella chirurgica, è diretto da Amerigo Spinosi (responsabile dell'Anestesia e Rianimazione del presidio dal 2002) che ha preso il posto lasciato da Valerio Cortesi. All'ex direttore sanitario di Penne, che era in carica dal 1995, è stato assegnato un altro incarico sempre all'interno della Asl di Pescara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento