Penne Penne

Penne, 6 milioni di euro dalla Regione per aumentare la capacità idrica della Diga

La Regione Abruzzo ha sbloccato un fondo di oltre 6 milioni di euro attraverso il quale potranno essere eseguiti i lavori straordinari di messa in sicurezza alle strutture idrauliche dell'invaso idrico pennese

La giunta regionale ha concesso il nulla osta con il quale, il Consorzio di Bonifica Centro, ente di gestione della Diga di Penne, potrà eseguire i lavori straordinari di messa in sicurezza alle strutture idrauliche dell’invaso idrico, costruito nella metà degli anni 60, sul fiume Tavo e il torrente Gallero. I lavori, una volta ultimati, consentiranno di aumentare, rispetto al passato, il livello di riempimento del bacino idrico pennese e quindi soddisfare le richieste di tanti agricoltori dell’area vestina.

Si stima, secondo dati a disposizione della giunta regionale, che l’acqua della diga di Penne sia utilizzata per irrigare circa quattro mila ettari di terreno agricolo del Val Tavo. I fondi a disposizione, 6.686.758,57 euro per la precisione, sono stati reperiti attraverso il progetto “A/G.74” (progetto integrato di collegamento idraulico attraverso i comprensori irrigui di Val d’Alento e Val di Foro), finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole (Gestione Attività ex Agensud). 


“Con questa delibera di giunta regionale, finalmente, si rende esecutivo un progetto di sviluppo economico straordinario e fondamentale per l’area vestina – sostiene Gilberto Petrucci, pennese, e componente del coordinamento provinciale del Pdl di Pescara – Appena che i fondi saranno nelle disponibilità del Consorzio di Bonifica Centro, del quale voglio ringraziare il Presidente Roberto Roberti e il Consiglio di amministrazione dell’ente per la preziosa attività di cooperazione istituzionale a favore del territorio, verranno appaltati i lavori di messa in sicurezza dell’invaso vestino che consentiranno di aumentare la capacità idrica della diga.

L'obiettivo è quello di accumulare più acqua e quindi soddisfare il fabbisogno idrico nei periodi di forte siccità per il territorio. Come è evidente – prosegue Gilberto Petrucci – il governo regionale sta operando con attenzione sul territorio, programmando progetti strategici mirati alla crescita economica del territorio, in un momento così difficile soprattutto per le piccole e medie imprese agricole.

Un risultato ottenuto anche grazie alla programmazione e alla sinergia con l’Assessore regionale all’Agricoltura, Mauro Febbo, il quale si è adoperato per sbloccare i fondi che saranno utilizzati per questo progetto di fondamentale importanza per il nostro territorio. Nei prossimi mesi – conclude Petrucci – programmeremo un forum per illustrare alla comunità vestina i vantaggi economici che il bacino artificiale di Penne ha elargito all’intera Vallata del Tavo in cinquant’anni di attività”.                    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, 6 milioni di euro dalla Regione per aumentare la capacità idrica della Diga

IlPescara è in caricamento