menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto per sospetta meningite, la Procura di Pescara dispone l'autopsia

L'uomo, 74 anni, è deceduto sabato scorso all'ospedale di Penne. Adesso il pubblico ministero Andrea Papalia ha dato il via libera all'accertamento tecnico irripetibile dell'esame autoptico

La Procura della Repubblica di Pescara ha disposto l'autopsia sul corpo del 74enne deceduto sabato scorso all'ospedale di Penne per una sospetta meningite.

I familiari dell'uomo, tramite l'avvocato Giusy D'Angelo, "tengono a chiarire di aver doverosamente investito la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pescara per accertare l'effettiva causa di morte del loro caro, in considerazione dell'allarme sociale provocato dalla divulgazione della notizia di decesso per sospetta meningite fulminante basata unicamente su dati clinici e non suffragata - allo stato - da riscontri diagnostici strumentali e di laboratorio. Dunque, nel rispetto della memoria del loro caro e a tutela del loro diritto a conoscere la verita', oltre che a tutela della collettivita' decisamente preoccupata per possibili contagi, i miei assistiti hanno posto in essere le opportune segnalazioni - conclude l'avvocato - e il pm Andrea Papalia ha disposto l'accertamento tecnico irripetibile dell'esame autoptico per indagare in merito alle cause del decesso". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento