Penne

Inadeguata assistenza notturna a Medicina di Penne, Asl: "Non è così"

L'azienda sanitaria di Pescara interviene "al fine di ripristinare la verità dei fatti, tutelare l’immagine e la professionalità dei medici del reparto di Medicina ed evitare di procurare allarme alla popolazione vestina"

La Asl di Pescara interviene con una nota per fare alcune precisazioni sull'inadeguata assistenza notturna di cui alcuni hanno parlato riferendosi al reparto di Medicina dell'ospedale di Penne. L'azienda sanitaria smentisce tutto seccamente e dice la sua "al fine di ripristinare la verità dei fatti, tutelare l’immagine e la professionalità dei medici del reparto di Medicina ed evitare di procurare allarme alla popolazione vestina":

"Si nega recisamente l’assenza/carenza di assistenza medica e infermieristica verso i pazienti ricoverati in Medicina nelle ore notturne, in quanto gli Internisti chiamati in reperibilità dagli Infermieri e gli Anestesisti in guardia attiva hanno garantito / garantiscono una piena assistenza medica ai pazienti, come nelle ore diurne".

Inoltre la Asl di Pescara ribadisce "la necessarietà della disposizione, a firma del dottor Albani e del dottor Parruti, per permettere la fruizione delle ferie estive ai dirigenti medici della Medicina di Penne. La disposizione di interruzione di guardia attiva per gli internisti risulta temporanea nelle more dell’assunzione di tre dirigenti medici, previo esperimento di avviso pubblico, già pubblicato in data 3 giugno 2021, con possibile entrata in servizio di tali unità al massimo entro la seconda metà del mese di settembre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inadeguata assistenza notturna a Medicina di Penne, Asl: "Non è così"

IlPescara è in caricamento