rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Penne Penne

Penne, ancora attesa per il bilancio previsionale 2011

Il bilancio previsionale preparato dalla Giunta del Sindaco Rocco D'Alfonso non era a posto. Ieri, in un acceso consiglio comunale, si è deciso così di rinviare al 31 agosto l'approvazione del documento contabile

Alla fine avevano ragione i capigruppo di minoranza. Il bilancio previsionale preparato dalla Giunta del Sindaco Rocco D'Alfonso non era a posto. Ieri, in un acceso consiglio comunale, si è deciso così di rinviare al 31 agosto, ultima data utile stabilita dal Governo, l'approvazione del documento contabile.

I dubbi e le polemiche lanciate la scorsa settimana dall'opposizione hanno così trovato un loro fondamento. Il documento contabile, oltre ad aver sollevato perplessità per la gestione dei fondi (ben 11.000 euro per lo staff del Sindaco e 2.883 euro in più rispetto allo scorso anno di spese postali), non contemplava uno degli atti fondamentali e programmatici previsti all'art.172 comma 1 lettera D del Testo Unico per gli Enti Locali: ossia il programma triennale dei lavori pubblici.

Che la questione bilancio sarebbe stata una bella gatta da pelare si sapeva da tempo, ma che la giunta D'Alfonso e soprattutto il nuovo assessore al bilancio, Valeria Di Luca, scivolassero in questo modo era francamente impensabile.

La confusione e le frizioni che regnano nel governo pennese sono state evidenziate in toto nel corso del consiglio di ieri: Vincenzo Ferrante, capogruppo d’opposizione di Insieme per Penne, ha lasciato l’aula dopo una discussione con il Presidente del Consiglio Comunale Gabriele Vellante; gli stessi consiglieri di maggioranza hanno palesato insofferenza: Remo Evangelista si è astenuto dal votare il ritiro dei quattro punti all’ordine del giorno, mentre Gabriele Pasqualone ha lasciato l’aula in corso d’opera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penne, ancora attesa per il bilancio previsionale 2011

IlPescara è in caricamento