menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Penne, l'Hotel dei Vestini potrebbe riaprire per gli sfollati aquilani

Dopo la chiusura per i bilanci in rosso, ora l'Hotel dei Vestini di Penne, al centro di una polemica fra Confindustria e Comune, potrebbe riaprire le porte per gli sfollati aquilani. Nei prossimi giorni la decisione definitiva

Dopo la chiusura forzata a causa dei bilanci sempre più in rosso, ora l'Hotel dei Vestini di Penne potrebbe riaprire i battenti.

Questa volta, però, non sarà a disposizione dei turisti che si recheranno nella cittadina vestina, ma potrebbe essere messo a disposizione della Protezione Civile per ospitare i terremotati ancora sfollati presenti nel pescarese.

Il sindaco Di Marcoberardino ha incontrato infatti i responsabili della Protezione Civile che hanno effettuato un sopralluogo all'interno della struttura, giudicandola idonea per gli sfollati. Ora non resta che attendere la decisione del giudice fallimentare, che dovrebbe dare il via libera alla riapertura della struttura turistica.

Per il primo cittadino pennese, questa può essere un'occasione utile per mantenere la struttura viva in attesa che qualche imprenditore nel rilevi le quote, mentre Confindustria rimane critica riguardo la gestione dell'Hotel.

Per Luigi Di Giosaffatte, infatti, l'amministrazione comunale sbaglia a volere a tutti i costi che L'Hotel dei Vestini resti un albergo. Sarebbe più utile che venga riutilizzata come struttura per anziani o centro benessere, dando un senso alla sua esistenza, e magari attirando nuovi visitatori a Penne.

Di Giosaffatte prosegue con la critica alla gestione passata, che non sarebbe stata all'altezza di curare l'immagine e la rete di contatti turistici dell'albergo, un aspetto fondamentale per il turismo degli ultimi anni, portandolo all'isolamento.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento