Cronaca

Pedopornografia online, 13 arresti in tutta Italia: coinvolta anche Pescara

Oltre alle persone finite in manette nell'indagine condotta dalla polizia postale di Palermo, ci sono anche 21 indagati a piede libero

Coinvolta anche Pescara nell'importante operazione condotta dalla polizia postale e dalla procura di Palermo riguardante la pedopornografia online. Sono 13 le persone arrestate e 21 i denunciati a piede libero per divulgazione, cessione e detenzione di materiale pedopornografico.

Le indagini, durate più di un anno e mezzo, sono state condotte dal compartimento di polizia postale e delle comunicazioni per la Sicilia occidentale, con il coordinamento del servizio centrale. Le rete vedeva cittadini italiani e stranieri che si scambiavano o detenevano su internet foto e video di atti sessuali fra adulti e minori, violenze sessuali subite da bambini e contenuti pedopornografici con neonati. Sequestrati in tutto 250 mila file.

L'operazione ha riguardato anche Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Milano, Napoli, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Torino e Trento. L'indagine ha preso le mosse dal monitoraggio svolto da tutti i compartimenti sul territorio tanto sui canali di file sharing, quanto su piattaforme di chat e nel dark web dove le forze dell'ordine si sono infiltrate grazie ad attivita sotto copertura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedopornografia online, 13 arresti in tutta Italia: coinvolta anche Pescara

IlPescara è in caricamento