Cronaca

Pedopornografia: adescò via internet 15enne pescarese, condannato

Fra il 2008 e 2009 adescò una ragazzina di Pescara di 15 anni tramite la tecnica del grooming, facendosi inviare foto spinte e riuscendo anche ad incontrarla. Ora il responsabile è stato condannato a 8 mesi

Un romano di 27 anni è stato condannato dal Tribunale di Roma ad otto mesi di carcere e 800 euro di risarcimento per aver adescato via internet una 15enne pescarese.

I fatti risalgono al periodo fra il 2008 e 2009 quando l'uomo ha conosciuto su Netlog la ragazzina. Inizialmente ha avuto con lei un rapporto molto tranquillo, e per ottenere la sua fiducia le mandava foto di cartoni animati e trattava argomenti da adolescente. Poi però ha iniziato ad intavolare discorsi più piccanti fino a richiedere foto della ragazzina nuda, scattate tramite webcam, in cambio di ricariche. Arrivava a contattarla via sms e telefonicamente anche 40/50 volte al giorno.

Le ha anche inviato un mazzo di fiori, prima di riuscire ad ottenere un incontro dal vivo, che si è svolto qui a Pescara senza che per fortuna la ragazzina subisse alcuna violenza.

I genitori, scoprendo migliaia di sms erotici sul cellulare, hanno poi avvisato la Polizia Postale che ha avviato le indagini ed è risalita al responsabile. Durante la perquisizione domiciliare sono stati sequestrati un pc ed il telefono cellulare con le foto incriminate ed i messaggi inviati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedopornografia: adescò via internet 15enne pescarese, condannato

IlPescara è in caricamento