Cronaca

Pedaggio Asse Attrezzato: il pagamento non scatterà il 1 maggio

Non si pagherà a partire dal 1 maggio il Pedaggio sull'Asse Attrezzato, anche se il rischio non è scongiurato. E' quanto emerso dopo l'incontro avvenuto oggi a Roma con il

Per ora il pedaggio sull'Asse Attrezzato non si pagherà; di sicuro non verrà introdotto a partire dal 1 maggio.

E' quanto emerso dopo l'incontro avvenuto a Roma con il Ministero dei Trasporti in merito alla questione del pedaggio sull'Asse Attrezzato.

All'incontro hanno partecipato, fra gli altri, il sindaco Mascia, il presidente della provincia Testa, il consigliere regionale e comunale Pdl Sospiri.

Il decreto non è ancora stato emanato, e comunque da quel momento saranno necessari almeno 150 giorni per la sola installazione delle porte di accesso ed uscita.

Se il pedaggio dovesse essere introdotto, saranno applicate delle agevolazioni per i pendolari, fin quasi ad arrivare all'esenzione del pagamento.

Non è invece fattibile la possibilità di far declassare l'arteria, in quanto l'asse rimarrebbe comunque a rischio pedaggio.

La delegazione ha comunque spiegato di essere pronta a presentare altri ricorsi.

“Un incontro molto utile, questo il commento unanime della delegazione, perché abbiamo avuto modo di acquisire tutta una serie di informazioni per continuare a resistere contro le decisioni del Governo. La nostra non è una voce isolata, anzi il problema è comune a tante altre regioni che vivono situazioni anche peggiori" ha commentanto la delegazione, sottolineando la sensibilità del Ministro Matteoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedaggio Asse Attrezzato: il pagamento non scatterà il 1 maggio

IlPescara è in caricamento