menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parla il giovane che ha travolto Italiani: "Non l'ho visto"

Il giudice ha confermato gli arresti per Filippo Ludovico, il giovane che ha travolto ed ucciso sull'asse attrezzato Francesco Italiani, ma essendo incensurato è tornato libero. E si difende: "Non l'ho visto e non avevo capito cos'era successo, non datemi dell'assassino"

A due giorni dalla terribile tragedia che è avvenuta sull'asse attrezzato, con la morte del giovane Francesco Italiani, un cameriere 32enne di Pianella, parla il pirata che l'ha investito ed ucciso, Filippo Ludovico.

L'uomo, che è tornato in libertà nonostante la conferma degli arresti, parla per la prima volta e si difende dalle accuse di essere fuggito dopo l'accaduto: "Non datemi dell'assassino, non mi sono accorto di quello che era successo. Non ho visto il ragazzo a terra, quando ho sentito il colpo non pensavo fosse una persona quella che avevo urtato" ha detto il pugliese residente a Francavilla.

  Non sono un assassino  
Secondo il giovane, l'auto del soccorritore, un romeno grazie al quale la Polizia è riuscita ad identificare Ludovico, si trovava parecchio distante dallo scooter, e non era molto visibile. Solo dopo qualche secondo avrebbe visto l'uomo in lontananza sbracciare e chiedergli di fermarsi.

Successivamente, il pugliese è arrivato regolarmente a lavoro presso un magazzino di Sambuceto, dove ha anche controllato lo stato della sua auto, che aveva un fanale rotto ma nessuna traccia di sangue. Questo fatto l'avrebbe tranquillizzato sulla gravità dell'incidente, ma poco dopo sono arrivate le Forze dell'Ordine che lo hanno arrestato ed informato di aver travolto ed ucciso Italiani.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento