Cronaca

Pangasio venduto come cernia: denunciato titolare di un'attività pescarese

I carabinieri dei Nas, nel corso di alcuni controlli, hanno individuato un'attività commerciale pescarese che frodava i propri clienti spacciando del pesce di bassa qualità per pescato di valore superiore

Truffavano i propri clienti spacciando del pesce di bassa qualità come l'eglefino, il pangasio e la platessa per cernia. Per questo, un'attività commerciale pescarese è finita nel mirino dei Nas che, nel corso di alcuni controlli sulla filiera della pesca, si sono accorti del raggio ed hanno denunciato il titolare.

ARROSTICINI CON I VERMI, UNA DENUNCIA

I militari si sono insospettiti e grazie alle analisi condotte sui campioni dall'Istituto Zooprofilatico Sperimentale di Teramo si è scoperto il raggiro. Segnalati alle autorità giudiziare anche i titolari della società di import ed export che ha importato il pesce sul mercato nazionale. Si tratta di una frode commerciale molto comune sul mercato al dettaglio, che fa leva sulla scarsa conoscenza del pesce da parte della maggior parte dei clienti, che in buona fede si fidano di quanto riportato sulle etichette di vendita nei mercati e nelle attività commerciali specializzate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pangasio venduto come cernia: denunciato titolare di un'attività pescarese

IlPescara è in caricamento