Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Padre Alex Zanotelli a Pescara per promuovere il Sì al Referendum

Ieri il WWF e padre Alex Zanotelli hanno tenuto una conferenza stampa a Pescara per informare i cittadini sui quesiti referendari del 12 e 13 Giugno, riguardanti anche il nucleare e l'acqua

Ieri mattina alle ore 11.30 in piazza Italia si è tenuta una conferenza stampa organizzata dal WWF Abruzzo in favore del Sì al Referendum. L'incontro si è pregiato della presenza di padre Alex Zanotelli, missionario comboniano esponente del Movimento per l'Acqua e attivo nel campo dell'ambientalismo e della questione rifiuti.

"Mancano 10 giorni al Referendum ed i movimenti per l'acqua e le associazioni ambientaliste non staranno con le mani in mano". Moltissime le attività previste in tutta la Regione perché è fondamentale far capire che questo Referendum è un referendum storico per gli italiani.  

Molte persone infatti non hanno ancora ben capito quali siano i quesiti referendari su cui è necessario votare. "Le persone sono davvero poco informate e c'è addirittura chi crede che per fermare il nucleare bisogna votare no" proseguono gli ambientalisti.

In realtà, poiché questo è un Referendum abrogativo, chiunque voglia l'eliminazione parziale delle norme che determinano il legittimo impedimento, la privatizzazione della gestione dei servizi idrici e la costruzione di centrali nucleari deve votare SI.  

Molti credono che saranno 3 e non 4 i quesiti referendari proposti il 12 e 13 Giugno. In realtà i quesiti saranno 4 perché la Corte di Cassazione ha deciso che, nonostante l'abrogazione della norma, gli italiani saranno chiamati comunque ad esprimersi durante il turno referendario.

Nel caso dovesse vincere il Sì con il raggiungimento del quorum il Parlamento sarà obbligato per 5 anni a non approvare più alcuna norma relativa a tutti e tre i quesiti referendari.

L'Abruzzo non è soltanto una delle regioni più verdi d'Italia, è anche una di quelle regioni interessare da un progetto di nuclearizzazione. Sarebbero infatti due i siti individuati vicini all'Abruzzo: Termoli in Molise e il Fiume Tronto al confine con le Marche.

L'incontro di ieri mattina si è focalizzato anche su un altro quesito referendario di grande importanza: la privatizzazione dell'acqua. Quest'ultima potrebbe generare un incremento delle bollette che va ben oltre il 7% stimato dai privati.

É per questo e per molto altro che si è battuto padre Alex Zanotelli tramite una campagna informativa in molte zone d'Italia ed in particolar modo a Napoli dove nel 2009 informò i cittadini sulla contaminazione delle falde acquifere in caso di inquinamento ambientale. In buona sostanza non è il servizio idrico che deve essere migliorato ma l'intero sistema da sempre caratterizzato dall'inquinamento ambientale prodotto dall'uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre Alex Zanotelli a Pescara per promuovere il Sì al Referendum

IlPescara è in caricamento