menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Nascondeva 46 ovuli di cocaina in tasca e in casa aveva 49 mila euro in contanti, arrestato dalla polizia

Arrestato un pescarese di 37 anni nel rione Rancitelli, era seguito da tempo dagli agenti della squadra mobile

Un uomo, un pescarese di 37 anni, è stato tratto in arresto dalla polizia di Stato per questioni legate alla droga.
Il 37enne è stato sorpreso in via Lago di Capestrano nel rione Rancitelli a Pescara, nascondeva 46 ovuli di cocaina in tasca.

Nella sua abitazione invece, i poliziotti hanno rinvenuto 49 mila euro in contanti.

L'uomo era seguito e pedinato da diverso tempo: quando gli investigatori della squadra mobile lo hanno visto dalle parti del palazzo conosciuto come “il Treno”, in via Lago di Capestrano nel quartiere Rancitelli, hanno capito che era arrivato il momento giusto. Infatti il 37enne aveva addosso cocaina per un peso complessivo di 47,5 grammi suddivisa in 46 ovuli elettrosaldati. A quel punto gli agenti della squadra mobile, diretta dal vice questore Dante Cosentino, hanno allargato la perquisizione all’interno di un magazzino di proprietà dell’uomo e hanno rinvenuto un’altra ventina di grammi di marijuana e 25,6 di hashish.

In una cassaforte dell’abitazione dell'uomo c’erano 49 mila euro in contanti, denaro ritenuto provento dell’attività di spaccio e posto sotto sequestro. In casa l’uomo possedeva illegalmente anche un dissuasore elettrico (Taser) ed è stato denunciato per detenzione abusiva di armi. Il 37enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e nel corso dell’udienza di convalida di stamattina, il giudice del tribunale ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di dimora nella città di Pescara.

foto di repertorio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento