menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale, piove sul bagnato al CUP: oltre alle code arriva anche il black out

Ad una settimana dall'adozione del nuovo software di gestione del CUP, ancora file con centinaia di utenti in attesa ed un black out elettrico causato dalla rottura accidentale di alcuni cavi

Oltre alle file, anche un lungo blackout elettrico causato dalla rottura accidentale di alcuni cavi. Ancora problemi e caos al CUP dell'Ospedale di Pescara dove da una settimana si registrano code chilometrice e disservizi, come continua a denunciare Armando Foschi di Pescara Mi Piace.

CUP, E' CAOS CON IL NUOVO SOFTWARE

Questa mattina, ad una settimana esatta dall'adozione del nuovo software di gestione dei sistemi di prenotazione e pagamento, ancora lunghe code con centinaia di persone in fila ad attendere il proprio turno.

"Oggi la situazione è ulteriormente peggiorata: un centinaio circa gli utenti che si sono ritrovati in fila già all’apertura degli sportelli, sperando che nel fine settimana qualcosa fosse cambiato. E invece nulla: tra sabato e domenica sarebbe stato cambiato il server del Settore informatico dell’ospedale civile, pensando che tale innovazione sarebbe stata sufficiente per ripristinare un servizio corretto, e invece i computer non hanno retto neanche oggi il nuovo sistema di prenotazione. Alle 9.30 è arrivata la beffa: all’improvviso nel Cup, così come in alcuni reparti del nosocomio e nello stesso laboratorio analisi, si sono spente le luci e i computer.

Si è pensato a un black out passeggero, salvo poi scoprire che l’impresa che sta lavorando alla realizzazione del nuovo Pronto Soccorso aveva tranciato per errore un cavo interrompendo l’erogazione di energia elettrica allo stesso Cup, facendo alzare al massimo la tensione tra gli utenti in fila. Solo alle 12.19 l’energia elettrica è stata ripristinata in alcuni spazi del nosocomio, ma non nell’edificio del Centrodi prenotazioni, e a quel punto i responsabili, dinanzi alla folla inferocita, hanno allestito 4 postazioni-sportelli volanti nell’area dell’accettazione ricoveri, dirottando dentro l’ospedale tutti gli utenti in attesa"

Foschi chiede un intervento immediato del sindaco Alessandrini, affinchè convichi il Comitato Ristretto dei Sindaci per chiedere spiegazioni al manager Asl Mancini, e contemporaneamente convocare la commissione Sanità per riferire su quanto sta accadendo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento