menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Realizza e vende copie di opere del Pistoletto: condannato gallerista pescarese

Cesare Manzo è stato condannato dal tribunale monocratico di Pescara a 2 anni e 2 mesi per aver riprodotto e venduto copie delle opere del noto artista biellese

Condanna di 2 anni e 2 mesi per Cesare Manzo, noto gallerista d'arte pescarese accusato di aver riprodotto, contraffatto e venduto opere dell'artista Michelangelo Pistoletto della collezione "Frattali". La condanna è stata decisa dal tribunale monocratico di Pescara.

Manzo dovrà risarcire anche l'autore. Sarabbero un centinaio le riproduzione vendute e sequestrate in Italia fra il 2011 ed il 2016. Tre opere furono rinvenute nel 2016 proprio nella galleria pescarese di Manzo. Pistoletto nel 2000 aveva esposto a Pescara, e su richiesta del gallerista realizzò un'altra quindicina di opere tutte autenticate. Successivamente però le opere spacciate per originali diventarono molte di più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento