Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Operazione 'Terra di Mezzo', sgominata banda di fornitori di droga tra Roma e Pescara

Lo stupefacente giungeva ad Avezzano dalla Capitale o dalla Provincia di Pescara in quantitativi variabili dai 500 grammi a oltre un chilo per volta, per poi essere ceduto ai pusher della catena in quantitativi variabili dai 50 ai 100 grammi

Un'operazione antidroga condotta dai carabinieri, denominata "Terra di mezzo", ha tirato un duro colpo allo spaccio sgominando una banda di fornitori di cocaina operanti nella zona dell'aquilano, considerata territorio di mezzo dello spaccio tra Roma e Pescara. I carabinieri de L'Aquila, in collaborazione con quelli di Avezzano, hanno arrestato cinque componenti di un autonomo sodalizio criminale, tutti di origine marocchina ma dimoranti da anni a Celano. Hanno 58, 26, 31, 27 e 26 anni gli indagati a vario titolo per spaccio continuato, in concorso, di cocaina.

Le indagini dei Carabinieri

Secondo quanto emerso, gli spacci erano quotidiani e costanti e poi preannunciati da contatti telefonici spesso criptici ed eseguiti in strada poco frequentate. La droga giungeva ad Avezzano dalla Capitale o dalla Provincia di Pescara in quantitativi variabili dai 500 grammi a oltre un chilo per volta, per poi essere ceduta ai pusher della catena in quantitativi variabili dai 50 ai 100 grammi. Nel corso degli arresti, a uno di loro e' stata trovata anche una somma di 2.350 euro in contanti di cui non è riuscito a giustificare la detenzione. Sempre presso l'abitazione dell'arrestato sono stati inoltre rinvenuti oltre 400 grammi di sostanza da taglio e 5 dosi singole di cocaina pronte per essere spacciate del peso di circa 80 grammi ciascuna.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione 'Terra di Mezzo', sgominata banda di fornitori di droga tra Roma e Pescara
IlPescara è in caricamento