Cronaca

Pescara, operazione “Stazioni Sicure”: una denuncia a piede libero

Nella stazione di Pescara Centrale, la polfer si è avvalsa della collaborazione di unità cinofile della polizia. Gli agenti hanno usato smartphone di ultima generazione per il controllo dei documenti e metal detector per i bagagli sospetti

Il Compartimento di polizia ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo di Ancona ha effettuato, il 28 agosto, l’operazione “Stazioni Sicure” coinvolgendo tutti i presidi di polfer dislocati nelle tre regioni di competenza territoriale.

Nella stazione di Pescara Centrale, la polizia ferroviaria si è avvalsa della collaborazione di unità cinofile della polizia di Stato. Gli agenti hanno utilizzato smartphone di ultima generazione per il controllo in tempo reale dei documenti e metal detector per l’ispezione dei bagagli sospetti.

Alla fine il bilancio è il seguente:

  • 345 persone identificate
  • 107 bagagli controllati
  • 99 operatori della polizia di Stato impiegati
  • 32 scali ferroviari ispezionati
  • 1 persona denunciata in stato di libertà
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara, operazione “Stazioni Sicure”: una denuncia a piede libero

IlPescara è in caricamento