menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione “Panta Rei”: perquisizioni Cfs anche a Pescara

Le accuse nei confronti della Depuracque e del Consorzio di Bonifica Centro sono di traffico illecito di rifiuti e disastro ambientale. Sequestri presso gli impianti di Chieti Scalo

Il Corpo Forestale di Chieti e Pescara, con l’impiego sul territorio di circa 80 uomini e donne, questa mattina ha dato esecuzione a decreti di ispezione, perquisizione e sequestro emanati dalla DDA di L’Aquila nei confronti della Depuracque e del Consorzio di Bonifica Centro, che gestiscono gli impianti di depurazione nella zona Selvaiezzi di Chieti Scalo.  

Accertamenti sono stati effettuati anche presso la sede della Regione Abruzzo in via Passolanciano, a Pescara, per verificare le autorizzazioni delle imprese. L’operazione è stata denominata “Panta Rei”.

Dalle indagini sono emersi indizi di colpevolezza in merito a un traffico illecito di rifiuti – che sarebbero stati accettati dal Consorzio Bonifica Centro e dalla Depuracque in assenza delle necessarie analisi – alla formazione di documenti alterati e a errate modalità di smaltimento delle acque reflue, non correttamente o affatto depurate.

Tali reati sarebbero stati commessi di concerto con alcune ditte esterne, provenienti da diverse regioni italiane, che hanno conferito rifiuti liquidi, anche altamente inquinanti, agli impianti di Chieti Scalo.

Gli illeciti al momento ipotizzati sono il traffico illecito di rifiuti e il disastro ambientale che possono provocare danni permanenti all’ambiente e all’ecosistema fluviale e marino.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento