rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Rigante, processo ai Ciarelli resta a Pescara

Niente spostamento per il processo per l'omicidio di Domenico Rigante, avvenuto il 1 maggio 2012. Gli imputati, fra cui l'esecutore materiale Massimo Ciarelli, saranno dunque giudicati presso il Tribunale di Pescara

E' stata rigettata dalla Corte di Cassazione la richiesta degli avvocati di Massimo Ciarelli e dei suoi cugini e nipoti accusati dell'omicidio di Domenico Rigante, il giovane tifoso del Pescara freddato in via Polacchi il 1 maggio 2012.

L'avvocato Taormina, a capo dei legali della difesa, aveva avanzato questa richiesta dopo gli scontri che c'erano stati in occasione della prima udienza il 16 aprile 2013.

Il processo dunque potrà riprendere regolarmente il 30 gennaio prossimo presso il tribunale di Pescara.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Rigante, processo ai Ciarelli resta a Pescara

IlPescara è in caricamento