rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio Rigante, i giudici: "Ciarelli ha sparato per uccidere"

Sono state pubblicate le motivazioni riguardanti la sentenza di primo grado per l'omicidio di Domenico Rigante, che ha portato alla condanna a 30 anni per Massimo Ciarelli e 19 anni per i cugini

Ciarelli ha sparato per uccidere, sapendo che esplodendo un proiettile in direzione di Domenico Rigante, lo avrebbe ferito gravemente.

E' quanto emerge dalle motivazioni della sentenza di primo grado per l'omicidio del giovane tifoso pescarese, avvenuto il 1 maggio 2012 in via Polacchi.

I giudici hanno condannato Massimo Ciarelli a 30 anni di reclusione, e a 19 anni e 4 mesi i cugini Luigi Ciarelli; Domenico Ciarelli; Angelo Ciarelli; Antonio Ciarelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Rigante, i giudici: "Ciarelli ha sparato per uccidere"

IlPescara è in caricamento