Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Omicidio Pescara Nicola Bucco: spunta un debito da 150 euro

Sebbene gli inquirenti tengano le bocche cucite sulle piste seguite per risolvere il caso dell'omicidio di Nicola Bucco avvenuto ieri pomeriggio, l'amico fidato rivela: "Aveva un debito di 150 euro"

Nicola Bucco ucciso per un debito da 150 euro?

L'inquietante ipotesi arriva da un video girato da IlCentro.it in cui parla Vittorio Massacesi, l'amico fidato di Nicola e titolare del bar nei pressi del Porto  dove spesso la vittima passava le sue serate.

Massacesi, infatti, racconta di un litigio fra Bucco ed un conoscente per un debito di 150 euro. Proprio il titolare del bar ha trovato l'amico morto nella sua abitazione, in una pozza di sangue riverso a terra.

Le indagini intanto proseguono e per ora nulla di particolare è trapelato dalle testimonianze raccolte dalla Squadra Mobile, diretta dal dott. Muriana che si sta occupando del caso.

Intanto la morte è stata collocata fra le 14,30 e le 16. Nella zona pare che nessuno abbia sentito litigare la vittima ad alta voce in quella fascia oraria. Si cerca anche l'arma del delitto, anche se è probabile che l'assassino l'abbia tenuta con sè e poi nascosta e gettata in un posto sicuro.

TUTTO SULLA MORTE DI NICOLA BUCCO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Pescara Nicola Bucco: spunta un debito da 150 euro

IlPescara è in caricamento