Cronaca

Omicidio Pescara Domenico Rigante, chiesta la scarcerazione di Ciarelli

Gli avvocati di Massimo Ciarelli, il rom accusato di aver ucciso Domenico Rigante la sera del primo maggio, hanno chiesto la scarcerazione del loro assistito, facendo ricorso al Tribunale del Riesame

Gli avvocati Metta e Valentini di Massimo Ciarelli, il rom accusato di aver ucciso la sera del primo maggio Domenico Rigante, hanno presentato richiesta al Tribunale del Riesame per la revoca della custodia cautelare in carcere per il loro assistito.

In realtà, si tratta di una procedura che viene spesso utilizzata per consentire alla difesa di accedere a tutte le carte e agli atti riguardanti l'inchiesta.

Ora Ciarelli si trova ancora in carcere a Vasto, dove ha ricevuto la visita dei familiari.

Intanto sul fronte delle indagini si cerca di individuare con precisione tutti i componenti della banda che quella sera in via Polacchi ha raggiunto i gemelli Rigante.

L'indagato a piede libero che nei giorni scorsi era stato più volte sentito in Questura, sembrerebbe essere estraneo alla spedizione punitiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Pescara Domenico Rigante, chiesta la scarcerazione di Ciarelli

IlPescara è in caricamento