rotate-mobile
Cronaca Montesilvano

Omicidio Montesilvano: Fantauzzi era solo e disperato durante la fuga

Denutrito, senza forze e braccato costantemente dai carabinieri che avevano stretto il cerchio attorno alle campagne fra Pescara e Montesilvano Colle. Così sabato mattina Fantauzzi è stato arrestato

Era stanco, provato fisicamente, denutrito e soprattutto aveva capito che aveva le ore contate. Così, quando il cerchio dei carabinieri si stava stringendo sempre più attorno a lui nelle ultime ore, ha deciso di avvicinarsi alla prima pattuglia dei carabinieri incrociata, facendosi arrestare.

E' finita così la latitanza di Massimo Fantauzzi, il 46enne pizzaiolo che la notte del 15 settembre ha ucciso con un colpo di fucile in faccia Antonio Bevilacqua, 22enne rom all'interno del pub Birrami di via Verrotti a Montesilvano. Fantauzzi si aggirava nelle campagne fra Pescara e Montesilvano Colle probabilmente già poche ore dopo il delitto. Dopo aver lasciato il luogo del delitto a bordo della sua moto, è arrivato fino ad Ortona dei Marsi dove ha seppellito il fucile utilizzato per il delitto (un calibro 12 con matricola abrasa) fra le campagne ed ha fatto ritorno nel pescarese dove, presumibilmente, ha gettato subito la sua moto nel fiume Pescara per poi fuggire e proseguire la latitanza a piedi.

Omicidio Montesilvano Antonio Bevilacqua

Arrestato Massimo Fantauzzi: la cattura ed il movente

"Tranquilli, sono io" avrebbe detto ai militari che lo hanno arrestato ammettendo fin da subito le sue responsabilità, già chiare agli inquirenti dopo pochissime ore grazie alle testimonianze dei presenti ed ai gravi indizi nei suoi confronti. Il Comandante Provinciale dei carabinieri Colonnello Riscaldati, ha aggiunto però che attualmente l'unica certezza è che i due avevano litigato pesantemente poche ore prima del delitto. Ma quali rancori ci siano dietro la folle vendetta di Fantauzzi saranno le indagini e soprattutto le eventuali dichiarazioni durante gli interrogatori del killer a chiarirli.  Non sono infatti confermate le voci che parlavano di un presunto debito in denaro al centro del contenzioso.

PARLA IL TITOLARE DEL PUB: "FELICE CHE L'ABBIANO ARRESTATO"

I carabinieri negli ultimi giorni, dopo alcune perquisizioni nell'abitazione del ricercato (dove hanno recuperato una pistola e 100 grammi di marijuana) e nei luoghi da lui frequentati, erano certi che si trovasse qui in zona, a pochi chilometri dal luogo dell'omicidio e che la sua cattura era ormai solo questione di ore. Senza complici e senza una rete criminale che lo potesse proteggere, il pizzaiolo con la passione delle armi era un uomo solo e stremato.

OMICIDIO BEVILACQUA, RICERCATO MASSIMO FANTAUZZI

Ora si trova in isolamento in carcere, in attesa dell'interrogatorio di garanzia delle prossime ore. I carabinieri hanno aggiunto che da parte della famiglia della vittima non sono mai state palesate intenzioni vendicative, e che le persone che sui social avrebbero fatto dichiarazioni di questo genere non appartengono al nucleo familiare del 21enne ucciso.

fucilo-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Montesilvano: Fantauzzi era solo e disperato durante la fuga

IlPescara è in caricamento