Cronaca Francavilla al mare / Viale Monte Sirente

Omicidio Monia Di Domenico, l'autopsia rivela: è stato fatale il taglio alla gola

La psicologa 45enne è stata uccisa dal suo inquilino, che l'ha colpita in testa con un sasso per più di 10 volte. Tuttavia la donna è deceduta per una profonda lesione alla giugulare destra. Domani a Corropoli i funerali

E' morta per una profonda lesione alla giugulare destra Monia Di Domenico, la psicologa 45enne di Pescara uccisa mercoledì scorso a Francavilla al Mare al culmine di una lite, nata per alcuni affitti arretrati, con Giovanni Iacone, 48 anni, a cui lei aveva dato in uso un'abitazione di famiglia non più utilizzata.

Il corpo della donna presenta anche più di dieci colpi alla testa. Sono le indiscrezioni trapelate dopo l'autopsia, eseguita ieri e andata avanti per 7 ore nell'obitorio dell'ospedale di Chieti. L'esame avrebbe fornito una ricostruzione "chiara" di quanto accaduto nell'appartamento di via Monte Sirente. Gli oltre dieci colpi alla testa, che per gli inquirenti sono segno dell'accanimento e dell'intento omicida del 48enne, sono stati inferti con un sasso ornamentale presente nella casa.

La donna aveva raggiunto l'abitazione per chiedere due mesi di affitto arretrato, pari a 740 euro. Tra i due è sorta una discussione, poi degenerata, fino alla tragedia. Iacone, arrestato, ha ammesso le sue responsabilità. Intanto la salma di Monia Di Domenico arriverà nel primo pomeriggio di oggi presso l'abitazione dei suoi genitori, a Corropoli. I funerali saranno celebrati domani (lunedì 16 gennaio) alle ore 14.30 presso la Chiesa Spirito Santo del bivio di Corropoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Monia Di Domenico, l'autopsia rivela: è stato fatale il taglio alla gola

IlPescara è in caricamento