rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Maxim Maravalle, scelto il perito di parte

E' la dottoressa Marilisa Amorosi, responsabile del Centro di Salute Mentale di Pescara, il perito di parte scelto dalla difesa di Massimo Maravalle, l'infanticida di 47 anni

E' la dottoressa Marilisa Amorosi, responsabile del Centro di Salute Mentale di Pescara, il perito di parte scelto dalla difesa di Massimo Maravalle, il tecnico informatico di 47 anni che nella notte tra il 17 e il 18 luglio scorsi ha ucciso il figlio di 5 anni Maxim mentre dormiva.

Il bimbo era di origine russa ed era stato adottato nel 2012. La consulente, specialista in psichiatria, prendera' parte alle operazioni peritali dello psichiatra bolognese, Renato Ariatti, che serviranno a stabilire se Maravalle, affetto da disturbo psicotico atipico, la notte in cui ha tolto la vita al piccolo Maxim, soffocandolo, era capace di intendere e volere.

La perizia dovra', inoltre, valutare la pericolosita' sociale di Maravalle e la capacita' a stare nel processo. Le operazioni peritali prenderanno il via il primo agosto prossimo. Ariatti, che ha ricevuto l'incarico dal gip del Tribunale di Pescara Gianluca Sarandrea il 24 luglio scorso, si e' preso 90 giorni di tempo.

La perizia sara' illustrata e discussa nel corso dell'incidente probatorio fissato per il 25 novembre prossimo. Maravalle e' difeso dagli avvocati Alfredo Forcillo e Giuliano Milia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Maxim Maravalle, scelto il perito di parte

IlPescara è in caricamento