rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio Maxim Maravalle, padre verso il proscioglimento

Molto probabilmente sarà prosciolto in quanto ritenuto incapace di intendere e volere Massimo Maravalle, il tecnico informatico che nel mese di luglio ha soffocato il figlio di cinque anni in un raptus di follia

Massimo Maravalle presto potrebbe essere libero e prosciolto. Oggi infatti verrà discussa la perizia psichiatrica eseguita dal dott. Ariatti, perito nominati dal Gip.

Il tecnico informatico 47enne nel mese di luglio ha ucciso nel sonno il figlio adottivo Maxim di cinque anni soffocandolo. Secondo la perizia, Maravalle era incapace di intendere e volere al momento del delitto, e dunque dovrebbe cadere nei suoi confronti l'accusa di omicidio.

Il Pm Del Bono, che ha sostituito ieri in udienza il collega Papalia, dovrebbe formulare oggi la richiesta di proscioglimento. Per Maravalle, probabilmente ci sarà una misura di sicurezza da applicare in un luogo idoneo e sarà sottoposto a cure e terapie psichiatriche.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Maxim Maravalle, padre verso il proscioglimento

IlPescara è in caricamento