rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Maxim Maravalle, genitori a processo per l'adozione

Dopo aver ottenuto la libertà in quanto ritenuto incapace di intendere e volere al momento dei fatti, ora torna a processo Massimo Maravalle, l'uomo che nel luglio 2014 uccise il figlio Maxi. Imputata anche la moglie

Inizierà domattina il processo a carico di Massimo Maravalle e Patrizia Silvestri, genitori adottivi di Maxim, il bambino di 5 anni ucciso proprio da Maravalle nel luglio 2014.

I due sono accusati di falso in concorso in quanto avrebbero omesso di riferire informazioni sull stato di salute mentale di Maravalle durante la procedura per l'adozione del bambino.

Maravalle lo ricordiamo è di fatto un uomo libero dopo che il giudice ha stabilito che era incapace di intendere e volere al momento dell'omicidio, e dopo aver passato più di un anno nell'ospedale giudiziario di Aversa, dove è stato sottoposto a cure ed ora giudicato dal perito "Non pericoloso" anche se dovrà costantemente essere monitorato e seguire le cure prescritte.

Indagati anche due medici di Pescara, Giuliana Iachini e Fabio Panzieri, accusato di falso per aver redatto dei certificati dove non si parlava nelle patologie che affliggevano Maravalle.

La coppia vive ancora a Pescara, e la moglie qualche settimana fa ha dichiarato di aver perdonato il marito per quanto accaduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Maxim Maravalle, genitori a processo per l'adozione

IlPescara è in caricamento