Martedì, 26 Ottobre 2021

VIDEO | Omicidio Marco Cervoni, Cosentino: "Il movente è ancora da definire"

Il capo della squadra mobile di Pescara, Dante Cosentino, parla con i giornalisti del delitto di Marco Cervoni e spiega com'è maturata la cattura del presunto omicida Guerino Spinelli. Merito anche dell'aiuto fornito alle forze dell'ordine da alcuni testimoni:

"Non è la prima volta che questo muro di omertà crolla - dice Cosentino - Abbiamo avuto delle collaborazioni importanti da più parti, non è stata una voce sola che ha squarciato il silenzio. C'è stato anche chi ha buttato letteralmente acqua sulle prove, in quanto la scena del crimine è stata visibilmente alterata. Ma questa è una storia che forse racconteremo in un'altra occasione".

Il movente del delitto è ancora da definire, anche se gli inquirenti potrebbero battere la pista della droga.

Al riguardo, Cosentino non si sbottona e dichiara:

"Vedremo gli sviluppi delle indagini. Adesso mi sembra prematuro sbilanciarci su quella che può essere stata la ragione di un'aggressione così violenta".

Tragedia a Pescara, giovane trovato in una pozza di sangue nel Ferro di Cavallo

Molto importante anche la sinergia che ieri si è instaurata tra polizia e carabinieri:

"Questa collaborazione c'è sempre stata e continuerà anche in futuro. Ieri questo lavoro di squadra è stato particolarmente sentito, con un continuo e vicendevole scambio di informazioni, ma è un dato che io do per assodato".

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Omicidio Marco Cervoni, Cosentino: "Il movente è ancora da definire"

IlPescara è in caricamento