Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio Jennifer Sterlecchini: insieme per tre anni, poi la rottura e la tragedia

Una coppia normale, due ragazzi tranquilli che per tre anni hanno convissuto nella casa di lui, e poi la decisione di Jennifer di interrompere il rapporto ed il raptus di follia di Davide

"Sono senza parole, non ci credo. Hanno ucciso la mia migliore amica". Sono le prime parole del migliore amico di Jennifer Sterlecchini, la 26enne uccisa a coltellate dal suo compagno nell'abitazione al confine fra Pescara e Sambuceto, in via Acquatorbida.

Gli occhi lucidi e lo sguardo perso, il ragazzo che la conosce da anni è incredulo davanti ad una tragedia assurda quanto inspiegabile. Inspiegabile perchè, come ci racconta il giovane, nonostante la decisione di Jennifer di interrompere la convivenza dopo 3 anni di rapporto, nessuno poteva immaginare un epilogo simile. Davide, infatti, 32enne ascensorista, era una persona tranquilla e nonostante i problemi di coppia che la stessa ragazza aveva confidato all'amico non aveva mai dato, almeno in apparenza, segni di squilibrio e violenza. Jennifer aveva anche annunciato all'amico di aver preso una decisione definitiva chiudendo la relazione, e che sarebbe andata a riprendere le sue ultime cose lasciando l'abitazione che poi sarebbe diventata purtroppo il teatro del tremendo delitto che l'ha strappata troppo presto dalla vita.

UCCISA 26ENNE A COLTELLATE DAL COMPAGNO

Eppure qualcosa angosciava la ragazza che, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, aveva postato su Facebook una frase riguardante gli uomini violenti che spesso per immaturità e mancanza di virilità non accettano la fine di una relazione.

Anche Giorgio Di Clemente, vicesindaco di San Giovanni Teatino, arrivato sul posto è incredulo e non vuole accettare una tragedia inspiegabile. "Conosco Jennifer da quando era bambina e la sua famiglia. Lo scorso anno il padre si era suicidato lanciandosi da un cavalcavia sulla A14 ad Ortona. Era una ragazza brillante, buona ed intelligente. Si era laureata ed ora lavorava saltuariamente in attesa di trovare un posto più stabile. Credeva molto nella relazione con Davide: non era una storiella frivola la loro, aveva accettato con responsabilità ed amore la presenza del figlio di lui nato da un precedente legame. Io già li vedevo come una famiglia".

IL VIDEO DEL LUOGO DEL DELITTO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Jennifer Sterlecchini: insieme per tre anni, poi la rottura e la tragedia

IlPescara è in caricamento