Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

La corte di Cassazione ha annullato la sentenza per l'uomo che nel 2016 uccise nell'abitazione di Pescara la sua ex fidanzata a coltellate

La corte di Cassazione ha annullato la sentenza di condanna di 30 anni di carcere inflitta a Davide Troilo, il 36enne che il 2 dicembre 2016 uccise nella sua abitazione di Pescara l'ex fidanzata Jennifer Sterlecchini.

I giudici hanno rinviato alla corte d'assise di Perugia la sentenza, in merito alla questione dell'aggravante dei futili motivi. Troilo era già stato condannato in primo grado dal tribunale di Pescara con sentenza confermata in appello con l'accusa di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. Troilo raggiunse Jennifer nella loro abitazione dove la ragazza si trovava, in compagnia della madre che l'aspettava in auto, per prendere le sue cose dopo la decisione di interrompere la loro relazione. Qui, l'uomo la colpì con 17 coltellate uccidendola.

Il suo legale, l'avvocato De Marco, ha presentato ricorso in Cassazione contestando le aggravanti per futili motivi, la mancata concessione delle attenuanti generiche ed il mancato accoglimento di una perizia psichiatrica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

IlPescara è in caricamento