rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca

Omicidio Giandomenico Orlando, ecco l'arma del delitto

E' stata rinvenuta all'interno di un cassonetto dell'immondizia in via Carducci l'arma del delitto utilizzata dal presunto assassino, Giovanni Grieco, per uccidere con una coltellata il pasticcere Giandomenico Orlando

Un vero e proprio arsenale quello sequestrato dalla Polizia a casa di Giovanni Grieco, il 42enne pescarese ritenuto responsabile dell'omicidio di Giandomenico Grieco, il pasticcere 67enne ucciso ieri.

Grieco era appassionato di armi e nella sua abitazione pare siano stati rinvenuti anche manifesti inneggianti al fascismo. Recuperata anche l'arma del delitto, un coltello tirapugni gettato all'interno di un cassonetto della spazzatura in via Carducci a Pescara.

Intanto si è scoperto che la Polizia con la divisione Anticrimine nel 2010 e 2011 aveva per ben tre volte chiesto una misura cautelare per Grieco, dopo le minacce e le aggressioni ai danni della famiglia Orlando. La madre dell'arrestato era stata condannata a seguito di una violenta lite avvenuta proprio all'ìnterno della pasticceria riguardante i rumori molesti del laboratorio che avevano infastidito la donna ed il figlio.

L'Autorità Giudiziaria però non hai mai emesso alcun provvedimento.

Omicidio Pescara Giandomenico Orlando, Grieco: "Non sapevo di averlo ucciso"
IL LUOGO DEL DELITTO VIDEO

LA FOTO DEL RICERCATO (CLICCA QUI)

Omicidio Pescara Giandomenico Orlando


 

Potrebbe interessarti: https://www.ilpescara.it/cronaca/omicidio-pescara-giandomenico-orlando-grieco-non-sapevo-ucciso.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/IlPescara.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Giandomenico Orlando, ecco l'arma del delitto

IlPescara è in caricamento