Cronaca

Omicidio Giammarino: confermato l'ergastolo per Mirko Giancaterino

La Corte d'Appello de L'Aquila ha confermato l'ergastolo a carico di Mirko Giancaterino, il 39enne di Penne accusato di aver ucciso l'anziano militare dell'aeronautica al culmine di una rapina

Confermato l'ergastolo per Mirko Giancaterino, il 39enne pregiudicato e tossicodipendente che il 13 settembre 2015 uccise con un'arma da taglio e pugni e calci un 80enne ex militare dell'Aeronautica, Gabriele Giammarino.

La Corte d'assise d'Appello de L'Aquila ha dunque confermato la pena infiltta in primo grado dal Tribunale di Chieti. Secondo l'accusa, Giancaterino si sarebbe recato a casa dell'anziano per avere soldi per acquistare della droga, ma al rifiuto di quest'ultimo lo avrebbe prima rapinato e poi aggredito uccidendolo ed appiccando un incendio nell'abitazione. Ad inchiodarlo le immagini delle telecamere di sorveglianza della strada in cui si trova l'abitazione della vittima a Penne, la testimonianza di una badante che viveva al piano inferiore e le tracce di sangue trovate sui vestiti e le scarpe di Giancaterino.

OMICIDIO GIAMMARINO, ERGASTOLO PER GIANCATERINO

La difesa ha fatto sapere che ricorrerà in Cassazione, mentre il 39enne al termine dell'udienza ha ribadito di essere innocente. Per l'avvocato il suo assistito è stato condannato solo grazie a prove inidiziare e non con elementi fondati ed oggettivi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Giammarino: confermato l'ergastolo per Mirko Giancaterino

IlPescara è in caricamento