rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Dieci anni fa l'omicidio di Domenico Rigante: gli ultras lo ricordano con degli striscioni

Il primo maggio 2012 il 24enne Domenico Rigante venne ucciso da un colpo di pistola sparato da Massimo Ciarelli, che fu arrestato dopo una fuga durata cinque giorni

Dieci anni fa, il primo maggio 2012, il 24enne pescarese Domenico Rigante venne ucciso da un colpo di pistola sparato in un'abitazione di via Polacchi, a Porta Nuova, da Massimo Ciarelli. A dieci anni di distanza da quell'omicidio del giovane tifoso del Pescara, gli ultras e gli amici di sempre lo hanno voluto ricordare con uno striscione posizionato sul ponte del Mare, con la scritta "Domenico Vive" e con un altro striscione esposto durante la partita disputata all'Adriatico Cornacchia per il primo turno dei playoff fra Pescara e Carrarese, con la scritta "Domenico nel cuore".

Proprio l'omicidio di Rigante, arrivato a seguito di una vendetta voluta da Massimo Ciarelli dopo una lite scoppiata la sera prima nella zona della movida, portò a forti tensioni in città fra l'ambiente della tifoseria biancazzurra e la comunità rom della quale fa parte lo stesso Ciarelli, fuggito subito dopo il delitto ed arrestato cinque giorni dopo quando decise di costituirsi in un'area di servizio lungo l'autostrada A14. Domenico, invece, raggiunto dal colpo di pistola, fu trasportato d'urgenza in ospedale dove morì poco dopo il suo arrivo.

Massimo Ciarelli, lo ricordiamo, fu condannato inizialmente a 30 anni di carcere dal tribunale di Pescara, ma successivamente la Cassazione aveva ridotto la pena a 17 anni. La corte d'appello di Perugia confermò la decisione della Cassazione cancellando l'accusa di premeditazione e sposando la tesi difensiva degli avvocati di Ciarelli secondo cui il rom non voleva uccidere Rigante ma solo punirlo severamente per quanto accaduto la sera prima dell'omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci anni fa l'omicidio di Domenico Rigante: gli ultras lo ricordano con degli striscioni

IlPescara è in caricamento