menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Chieti, confessano i due romeni arrestati

I due romeni arrestati per l'omicidio di Gino Mincone, l'agricoltore ucciso fra il 30 e 31 agosto, hanno confessato il delitto. I due, davanti al Gup, hanno dichiarato di averlo picchiato ma non volevano ucciderlo

I due romeni arrestati dai Carabinieri per l'omicidio di Gino Mincone, l'agricoltore ucciso a Chieti Scalo la notte fra il 30 e 31 agosto, hanno confessato il delitto.

Secondo la ricostruzione fatta da due assassini davanti al GUP di Chieti, pare che i due abbiano atteso la vittima per rapinarla, ma poi la situazione sarebbe degenerata: dopo averlo aggredito lo hanno picchiato, anche se non volevano ucciderlo.

Ha invece respinto tutte le accuse l'altro arrestato, Luigi Pangianella, 45enne di Silvi coinvolto nella vicenda e che pare abbia pianificato la rapina assieme ai due romeni.

Per tutti, dopo gli interrogatori, è scattata la custodia cautelare in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento