Omicidio Cesidio Cocco a Brittoli, l'autopsia chiarirà le cause del decesso

L'incarico per l'esame autoptico verrà assegnato nella giornata di oggi, lunedì 8 giugno, e servirà a chiarire che cosa abbia provocato la morte

Sarà l'autopsia a chiarire del decesso di Cesidio Cocco, il 74enne di Brittoli morto sabato mattina al termine di una colluttazione con il figlio intervenuto per difendere la madre dalle botte subite dal marito.
L'incarico per l'esame autoptico verrà assegnato nella giornata di oggi, lunedì 8 giugno, e servirà a chiarire che cosa abbia provocato la morte. 

La donna, di 66 anni, è ricoverata (non in pericolo di vita) nell'ospedale di Pescara per le ferite, i lividi e le ecchimosi riportate a volto e testa.

Mentre i carabinieri della Compagnia di Penne, che si stanno occupando delle indagini, hanno fatto indagare in stato di libertà con l'accusa di omicidio il figlio della coppia. Gli investigatori, coordinati dal pm della Procura della Repubblica del capoluogo adriatico, Andrea Papalia, stanno valutando la scriminante della legittima difesa, ovvero che il figlio abbia agito per difendere la madre. Ascoltato poi nella caserma dei carabinieri, l'indagato avrebbe raccontato l'accaduto e fornito la sua versione dei fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento