rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Bucco, sequestrato cellulare all'amico

E' stato sequestrato il cellulare di Vittorio Massacese, l'amico di Nicola Bucco che per primo trovò il cadavere dell'uomo il 14 novembre nell'abitazione di via Leopardi

E' stato consegnato al consulente tecnico della Procura il cellulare di Vittorio Massacese, l'amico di Nicola Bucco che per primo trovò il cadavere del 53enne nella casa di via Leopardi, a Pescara.

Consegnata al perito anche la scarpa con una macchia di sangue del fratello di Massacese, Emilio, ascoltato nei giorni scorsi dal Pm Varone e che si è sempre dichiarato innocente. Ora le analisi dovranno accertare se quella macchia di sangue è compatibile con il sangue di Bucco o se si tratta di sangue di pesce, considerando che l'uomo lavora sui pescherecci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Bucco, sequestrato cellulare all'amico

IlPescara è in caricamento