Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Omicidio D'Aloisio: Renzetti "Non volevo ucciderlo"

Lamberto Renzetti, accusato di aver ucciso il 41enne Roberto D'Aloisio, ha parlato di un incidente, e di non aver voluto uccidere l'uomo. Per ora, comunque, resterà in carcere

Ha detto di non aver voluto uccidere Roberto D'Aloisio, ma che il suo ferimento mortale è stato un incidente.

Lamberto Renzetti, accusato della morte del 41enne, per ora resterà in carcere. Il Gip infatti ha convalidato l'arresto disposto sabato notte a poche ore dall'accoltellamento avvenuto nei pressi del Sert di Pescara.

Anche gli altri tre arrestati ancora trattenuti a San Donato, ovvero Tavoletta, la Galdo e la Zazzara, resteranno in carcere. Hanno ammesso di aver mentito alla Polizia cercando di depistare le indagini.

Oggi pomeriggio, intanto, ci sarà l'autopsia sul corpo della vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio D'Aloisio: Renzetti "Non volevo ucciderlo"

IlPescara è in caricamento