rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Alessandro Neri: ucciso per questioni economiche?

Non ci sono attualmente indagati nell'inchiesta sull'omicidio di Alessandro Neri, ma fra le piste più battute dagli inquirenti c'è quella economica, legata forse a questioni patrimoniali

Una lite, un delitto legato a questioni economiche? E' una delle piste più battute e sulla quale si stanno concentrando le attenzioni degli inquirenti per scoprire chi ha ucciso Alessandro Neri, il 29enne di Spoltore trovato morto giovedì scorso in un canale a San Silvestro, freddato con due colpi di pistola.

Per questo, sono in campo anche gli uomini della Guardia di Finanza di Pescara, per ricostruire tutti i movimenti economici di Alessandro e della sua famiglia (sia la famiglia Neri che la famiglia Lamaletto) e magari trovare qualche indizio utile che possa portare ad un movente per un terribile omicidio che, almeno fino ad ora, non ha alcuna spiegazione.

OMICIDIO NERI, UCCISO CON DUE COLPI

Da giorni si parla di presunti litigi e dissidi fra Alessandro ed un cugino della famiglia Lamaletto sull'eredità del nonno ed alcune attività economiche e l'uscita dalla società della cantina "Il Feuduccio" da parte della madre di Alessandro. Una storia che risale a due anni fa e che potrebbe essere completamente estranea al delitto, ma i carabinieri che si occupano delle indagini non intendono trascurare nessun dettaglio e nessuna pista, almeno per ora.

OMICIDIO ALESSANDRO NERI

Intanto sabato 17 marzo alle 15,30 presso la chiesa San Camillo De Lellis di Spoltore si terranno i funerali del giovane, al quale parteciperà tutta la famiglia compresi i fratelli tornati dall'Estero ed i parenti in Venezuela.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Alessandro Neri: ucciso per questioni economiche?

IlPescara è in caricamento