rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Alessandro Neri: nel mirino un'auto incendiata ai Colli

I RIS effettueranno delle analisi su una Opel Meriva di proprietà di un pregiudicato incendiata di recente a Pescara Colli per verificare se possa essere collegata al delitto del 29enne di Spoltore

Una nuova pista per il delitto di Alessandro Neri? In realtà gli inquirenti non hanno mai scartato alcuna ipotesi per l'omicidio del 29enne di Spoltore, ma in queste ore sembra esserci stata una forte virata verso l'ipotesi di un delitto compiuto per questioni prettamente locali.

VIDEO | PALLONCINI E FUMOGENI PER ALE

I RIS infatti sono al lavoro su un'Opel Meriva grigia andata a fuoco qualche giorno fa in zona Colli, poco dopo il delitto di Neri e di proprietà di un pregiudicato pescarese. L'auto era già in fase di demolizione ma i carabinieri hanno bloccato le operazioni per consentire ai militari del RIS i rilievi. L'obiettivo è quello di trovare eventuali tracce ematiche di Alessandro e comparare anche gli pneumatici con i segni trovati nel luogo del ritrovamento, a San Silvestro. Sembra infatti che una vettura grigia compatibile con questa Meriva è stata notata nelle immagini delle telecamere subito dietro la Fiat 500 rossa di Alessandro quando è stata parcheggiata in via Mazzini.

L'ULTIMO SALUTO AD ALESSANDRO

Una pista, questa, che dunque allontanerebbe definitivamente qualsiasi collegamento alla famiglia Lamaletto ed alle questioni economiche relative alle eredità del nonno ed alle attività commerciali. Anche le parole disperate della madre Laura, durante la messa funebre di sabato scorso, potrebbero in qualche modo ricollegarsi a possibili cattive frequentazioni da parte di Alessandro che gli sono costate purtroppo la vita.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Alessandro Neri: nel mirino un'auto incendiata ai Colli

IlPescara è in caricamento