rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Operazione Satellite, in manette 6 persone nel corso delle indagini sull'omicidio Neri [FOTO]

Gli arrestati avevano un'attività di spaccio di droga con base nel rione di San Donato. La banda adottava un atteggiamento violento e prevaricatore che si è consumato anche con l'incendio di automobili di clienti non puntuali nel pagamento delle forniture

Svolta nell'omicidio di Alessandro Neri: in manette 6 persone per l'Operazione Satellite condotta dal Nucleo Carabinieri del maggiore Alessandro Di Pietro.

Ci sono, inoltre, 12 indagati. Gli arresti rappresentano una tappa fondamentale delle indagini riguardanti il caso del delitto di "Nerino", come veniva soprannominato il giovane dagli amici.

I 6 arrestati, che avevano un'attività di spaccio con base nel rione di San Donato, sono:

  • Flaviano Spinelli (33 anni)
  • i fratelli Junior Insolia (31 anni) e Yordan Insolia (23 anni)
  • Marco Lapenta (35 anni)
  • Giulia Spinelli (29 anni)
  • Christian De Sanctis (28 anni)

Smerciati svariati etti di cocaina con migliaia di euro che entravano nelle tasche degli arrestati e degli indagati. La droga era l'attività principale, ma non la sola: c'erano infatti anche la detenzione e il porto di armi tra pistole, fucili e altro. La banda adottava un atteggiamento violento e prevaricatore che si è consumato anche con l'incendio di auto di clienti non puntuali nel pagamento delle forniture di stupefacenti.

Gli inquirenti hanno altresì appurato che una pistola fu acquistata da Junior Insolia insieme ad Alessandro Neri. Nello specifico, la pistola comprata da Insolia e Neri è una calibro 9 che veniva usata per minacciare le persone, mentre l'arma che uccise Alessandro era una calibro 7.

Arresti indagini omicidio Alessandro Neri 15 gennaio 2019

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Satellite, in manette 6 persone nel corso delle indagini sull'omicidio Neri [FOTO]

IlPescara è in caricamento