Cronaca

Non vuole pagare il biglietto del treno e poi va in escandescenza: giovanissimo denunciato

Finisce nei guai un minorenne italiano, che è stato deferito a piede libero dagli agenti della polizia ferroviaria di Pescara con le accuse di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale

Vuole salire su un treno senza biglietto, la Polfer interviene e lui, per tutta risposta, va in escandescenza danneggiando alcune suppellettili dell’ufficio di Polizia, dove era stato portato in attesa di essere riaffidato a un suo famigliare.

Per questo motivo un minorenne italiano è stato denunciato a piede libero dagli agenti di Pescara con le accuse di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

L’attività rientra nel bilancio (ben più ampio) del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo che, durante il fine settimana appena trascorso, ha visto impegnati gli uomini in divisa per 221 servizi di vigilanza nelle stazioni, a bordo dei treni e lungo le linee ferroviarie.

Alla fine la Polfer ha arrestato una persona e identificato in totale 1282 individui, denunciandone 3 in stato di libertà e rintracciando 1 minore che si era allontanato arbitrariamente dalla sua comunità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non vuole pagare il biglietto del treno e poi va in escandescenza: giovanissimo denunciato

IlPescara è in caricamento